LO SCARTO CHE ISPIRA IL DESIGN

Marjan van Aubel James Shaw designer well proven chair
			platform green green design 1

Marjan van Aubel James Shaw designer well proven chair
			platform green green design2


Partendo dal dato di fatto che durante la normale lavorazione del legno una percentuale compresa tra il 50% e l’80% corrisponde allo scarto di materiale che si genera, Marjan van Aubel e James Shaw hanno deciso di riflettere su come poterla recuperare e incorporare all’interno del ciclo produttivo. I due designer hanno dunque raccolto i trucioli in esubero, che mescolati ad una particolare bio resina hanno generato una reazione chimica in grado di espandere e gonfiare letteralmente il materiale stesso. Unendo in una seconda fare i coloranti e ulteriori trucioli di differente consistenza e durezza è nato un prodotto al tempo stesso resistente e leggero, alla base della serie Well Proven Chair.
Applicato manualmente, questo composto genera in maniera autonoma la forma della seduta, che nella parte sottostante si ancora a quattro semplici gambe, manifestando nella sua interezza un’incontrollabile ed esuberante forma espressiva.

Marjan van Aubel James Shaw designer well proven chair
			platform green green design3

Marjan van Aubel James Shaw designer well proven chair
			platform green green design4

Marjan van Aubel James Shaw designer well proven chair
			platform green green design6


Tutti gli elementi che compongono la serie Well Proven Chair non nascondono la materialità grezza e il processo costruttivo medesimo, al contrario, li esibiscono in maniera provocatoria secondo il principio del brutto che si fa bello. Ma la texture dai tratti vagamente geologici chiamano in causa e costituiscono una critica nei confronti della produzione di massa (tipica di marchi come l’IKEA), che fa del prodotto truciolato a basso costo l’essenza dei propri prodotti.

Marjan van Aubel James Shaw designer well proven chair
			platform green green design


Per tutte le immagini: Marjan van Aubel e James Shaw, Well Proven Chair, courtesy i designer